- PROVERBI - dio



1. Chi è in tenuta, Iddio l'aiuta.
2. Chi è nelle pene, Iddio sostiene.
3. Chi fa del bene agli ingrati, Dio l'ha per male.
4. Chi ha ragione, Iddio l'aiuta.
5. A buon spenditore Iddio è tesoriere.
6. A chi ben crede, Dio provvede.
7. A chi Dio non dà figliuoli, il diavolo gli dà dei nipoti.
8. A chi Dio vuol bene la casa gli piace.
9. A chi vuole male, Dio gli toglie il senno.
10. A mani monde Dio gli dà da mangiare.
11. A tela ordita Dio manda il filo.
12. A tutto c'è rimedio fuorché alla morte.
13. Aiùtati che Dio t'aiuta.
14. All'invidioso gli si affila il viso e gli cresce l'occhio.
15. All'uomo elemosiniero Iddio è tesoriero.
16. Amici da starnuti, il più che tu ne cavi è un Dio t'aiuti.
17. Buono studio rompe rea fortuna.
18. C'è il povero di Dio, e quello del diavolo.
19. Chi aspetta, Dio l'assetta.
20. Chi chiama Dio, non è contento; e chi chiama il diavolo, è disperato.
21. Chi confessa la sorte, nega Dio.
22. Chi da Dio è amato, da lui è visitato.
23. Chi del suo dona, Dio gli ridona.
24. Chi di libertá e' privo, ha in odio di essere vivo.
25. Chi disprezza i genitori non ha timor di Dio.
26. Chi l'uomo soccorre in povertà ridotto, presta il denaro a Dio con grosso frutto.
27. Chi lavora, Dio gli dona.
28. Chi mal pensa, Dio gli dia male.
29. Chi non parla, Dio non l'ode.
30. Chi s'aiuta, Iddio l'aiuta.
31. Chi serba, Dio non gli dà.
32. Chi sprezza l'onore, sprezza Dio.
33. Chi vuol giusta vendetta, in Dio la metta.
34. Ciascun pensa per sè e Dio per tutti.
35. Compagnia d'uno, compagnia di niuno; compagnia di due, compagnia di Dio; compagnia di tre, compagnia di re; compagnia di quattro, compagnia da matti.
36. Comprar cavalli e tor moglie; serra gli occhi, e raccomandati a Dio.
37. Da chi mi fido mi guardi Dio, da chi non mi fido, mi guarderò io.
38. Da ricchi impoveriti e da poveri arricchiti, prega Dio che t'aiti.
39. Dagli amici mi guardi Iddio, ché dai nemici mi guardo io.
40. Dalle donne con le basette, Dio ci guardi, le son saette.
41. Dall'invidioso guardati come dal tignoso.
42. Dio acconsente ma non sempre.
43. Dio ci guardi da errore di savio.
44. Dio ci manda la carne, e il diavolo i cuochi.
45. Dio dice a camparvi non mi sgomento, a contentarvi sì.
46. Dio fa gli schiocchi, e loro s'accompagnano.
47. Dio ha dato per penitenza all'avaro che né del poco né dell'assai si contenti.
48. Dio lascia fare, ma non sopraffare.
49. Dio manda il freddo secondo i panni.
50. Dio manda la neve con la luna.
51. Dio manda l'agnello e poi il suo praticello.
52. Dio mi guardi dalle prigioni del Duca.
53. Dio non fa mai chiesa, che il diavolo non ci voglia (o non ci fabbrichi) la sua cappella.
54. Dio non manda mai bocca, che non mandi cibo.
55. Dio non manda se non quel che si può portare.
56. Dio non paga il sabato.
57. Dio perdona a chi offende, non a chi toglie e non rende.
58. Dio serra un uscio e apre una finestra.
59. Dio solo non può fallire.
60. Dio ti dia figliuoli, e diateli grandi.
61. Dio ti guardi da chi legge un libro solo.
62. Dio ti guardi da donna due volte maritata.
63. Dio ti guardi da quella gatta che davanti ti lecca e di dietro ti graffia.
64. Dio ti guardi dal giorno della lode.
65. Dio ti salvi da un cattivo vicino, e da un principiante di violino.
66. Dio, genitori e maestri non si posson mai ricompensare.
67. Domeneddio fece bene a non fare i denti a' ranocchi.
68. Domeneddio non paga a giornate.
69. Dopo la grazia di Dio, la miglior cosa è la libertà.
70. Dove c'è la pace ci è Dio.
71. Dove due amici s'incontrano, Dio gli fa da terzo (o v'entra per terzo).
72. Dove i cani e i lupi fanno lega, Dio protegga il gregge.
73. Dov'è interesse, non si fa l'uffizio di Dio.
74. Dove non c'è rimedio il pianto è vano.
75. Error di medico, volontà di Dio.
76. Figlie da maritare, fastidiose da governare, ovvero, ossi duri da rosicare.
77. Frate che chiede per Dio, chiede per due (cioè anche per sé).
78. Gaudio di piazza, tribolo di casa.
79. Gente allegra Dio l'aiuta.
80. Grande amicizia genera grand'odio.
81. I detti son nostri e i fatti son di Dio.
82. I paragoni son tutti odiosi.
83. Iddio dà l'ali alla formica perché vada più presto.
84. Iddio fa l'abbondanza e l'uomo la carestia.
85. Iddio li fa e poi li appaia (o li accoppia).
86. Iddio solo può consolare, tutto 'l resto è un tribolare.
87. Il bene va preso quando si può avere (ovvero quando Iddio lo manda).
88. Il caritatevole dà alla porta, e Iddio mette dentro dalle finestre.
89. Il denaro è un compendio del potere umano.
90. La dimenticanza è il rimedio dell'ingiuria.
91. La vendetta di Dio non piomba in fretta.
92. L'abbondanza genera fastidio.
93. L'allegria è di ogni male il rimedio universale.
94. L'allegria è il primo rimedio della scuola salernitana.
95. Lascia fare a Dio, ch'è Santo vecchio.
96. Le licenze son cento, e l'ultima è Vatti con Dio.
97. L'odio è cieco come l'amore.
98. L'uomo propone e Dio dispone.
99. Mal comune mezzo gaudio.
100. Maremmani, Dio ne scampi i cani.
101. Marito e figli come Dio te gli dà così te gli piglia.
102. Moglie perfidiosa e marito pertinace, non vivono mai (o non vivono un'ora) in pace.
103. Nessun vecchio spaventa Dio.
104. Non si muove foglia che Dio non voglia.
105. Odio ricominciato, è peggio che prima.
106. Ognuno per sé e Dio per tutti.
107. Ognuno sa sé e Dio sa tutti.
108. Poca roba Dio la loda..
109. Quando Dio chiude una finestra apre una porta.
110. Quando Dio ci dà la farina, il diavolo ci toglie il sacco.
111. Quando Dio dà la farina il diavolo ci leva il sacco.
112. Quando Dio non vuole, i Santi non possono.
113. Quando Dio vuol punire un uomo, spesso si serve dell'altr'uomo.
114. Quando Dio vuole, a ogni tempo piove.
115. Quando il grano è ne' campi, è di Dio e de' Santi; (o è di tutti quanti).
116. S'è grande, è oziosa; s'è piccola, è viziosa; s'è bella è vanitosa; s'è brutta, è fastidiosa.
117. Se non ci fosse il va' con Dio, bel mestier sarebbe il mio.
118. Segreto di due, segreto di Dio; segreto di tre, segreto d'ognuno.
119. Signore Iddio proteggi la casa dai guai, chè avvocato, nè medico ci metta il piè mai.
120. Solo Dio senza difetti.
121. Solo dir posso ch'è mio, quanto godo e do per Dio.
122. Tre cose rendono onore al fanciullo: lavoro, studio e disciplina.
123. Un labbro menzognero è in odio al Sommo Vero.
124. Val più tacche tacche che Iddio vi aiuti.
125. Viene da Dio che i frati s'annegano.







Proverbi Italiani

dipende (238)
dipinge (229)
dir (3624)
dirai (221)
diranno (204)





AVG: 363.3729 (5911)